ALESSANDRO CALVI. GIORNALISTA

Pannella è morto, il Novecento anche. E adesso?

di Alessandro Calvi / 30 maggio 2016 / Articoli, Diritti

di Alessandro Calvi – Morto Pannella, poi sono stati giorni complicati e densi tanto da farsi incomprensibili, ed è stato necessario sospendere ogni giudizio e lasciar correre i sentimenti e anche qualche ricordo, sebbene da lontano.

Non ho capito l’omaggio del Palazzo né l’inchino benevolo del Potere, quasi ad annunciare che da quelle parti lo scandalo, ridotto finalmente al silenzio, poteva bonariamente considerarsi integrato. E intanto fuori si ingrossava una folla di radicali immaginari la quale – nella foga d’esserci adesso, non essendoci mai stata prima e mai più tornando ad esserci – ripeteva che «senza di lui non avremmo il divorzio», e poco o nulla più; e ancora lo ripete, e soltanto questo, e ancora, e ancora, e soltanto questo: e va bene, sì, il divorzio: ma così si rischia anche di trasformare i diritti civili in qualcosa di somigliante alla bonifica del piano Pontino, tanto che s’è temuto persino il fatale approdo: «Tutto sommato Pannella ha fatto anche cose buone». Tutto sommato. Detto, per lo più, con una certa degnazione. Insomma, quasi una perdita di senso. Ma poi così è quando si muore.

Tuttavia ci sono state anche certe parole e certe persone, per fortuna, a rimettere le cose a posto, e più di tutti i detenuti, per quanto loro possibile, incarnando quel senso che s’andava perdendo e ricordandolo a tutti. E, sopra tutto, s’è avvertita la sensazione che infine, e soltanto adesso, sia morto il Novecento, salvo forse nell’esistenza automatica di certi reduci, felicemente innamorati di un mondo eroico e nel quale, però, mai toccarono palla, impegnati ancora nei soliti bisticci ma oramai per lo più per fatto personale, in cerca della posa sostanzialmente estetica, e per questo noiosi più che mai.

E, allora, ecco: ma è proprio vero? È proprio finito il Novecento? È così? Ah. E adesso? Pannella, non sempre mi eri simpatico, anzi; ma adesso? Adesso che si fa?

CONDIVIDI SU